Auguri, riflessioni sul 2009 e propositi per il 2010

E’ il primo anno che posso concludere con la possibilità di scriverne sul mio blog. Credo sia un’occasione interessante per dare uno sguardo al passato e un’idea di cosa ci potrà essere all’orizzonte…

Quest’anno è stato davvero incredibile, sono successe tante cose (belle e brutte) nella mia vita personale e professionale, non mi sarei aspettato tutto questo alla fine del 2008…è importante avere dei piani ma bisogna essere sempre pronti a cambiarli rapidamente all’ultimo momento.

Vediamo i punti salienti del 2009

Il primo evento, il più importante, a cui penso sempre è stata la morte dell’amica Elena, nonché socia nella locanda che ho insieme a Monica (mia moglie) e Valerio (caro amico): questo evento mi (ci) ha letteralmente sconvolto, mi ha condizionato nelle scelte che ho fatto e continuerà sicuramente a farlo. Non potrò mai dimenticare queste parole di Elena:

Conoscere, per mettere in discussione noi e ciò che noi crediamo sia la verità.
Osare, perchè dobbiamo avere il coraggio di percorrere il nostro cammino.
Volere, perchè senza volontà ogni sforzo è destinato a fallire.
Restare in silenzio, per acquisire la quiete interiore e udire la voce dell’Anima.

Lei restava spesso in silenzio per ascoltare gli altri, aveva decisamente voluto aprire la locanda spalleggiando Monica per venire a vivere in montagna ed imparare il mestiere di cuoca. Aveva anche osato, licenziandosi dal lavoro di architetto ma era finalmente riuscita a coronare il suo sogno…

Quest’anno mi sono licenziato dal lavoro dipendente a Yoox anche se a malincuore perchè mi trovavo bene ma mi sono reso conto che era un passo importante per portare avanti i progetti imprenditoriali che mi frullavano per la testa. Ho comunque mantenuto un rapporto di “amicizia” con Yoox e da ottobre sto facendo consulenza nel reparto tecnologico…

Proprio ieri io e Alberto siamo usciti allo scoperto con il nostro “bambino”: Blomming.com. Una piattaforma di e-commerce personale che permette a chiunque di vendere dove preferisce – sul proprio blog, sito professionale, Facebook o altro. Per ora stiamo sviluppando la prima versione (alpha) e contiamo di far testare la piattaforma agli utenti nei primi mesi del 2010. Qui la pagina di about e qui l’account Twitter se volete seguirci. :)
Tutto è cominciato il 7 gennaio, da una mia mail ad Alberto (che non conoscevo, avevo trovato il suo profilo in rete nel First Generation Network) in cui gli parlavo di un progetto che unisse arte e web 2.0…poi dopo una lunga telefonata abbiamo iniziato a lavorare insieme tra le mille peripezie di quest’anno. Il progetto originale si chiamava LikePicasso che ora è diventato il nostro primo test di community in forma di blog/magazine, http://Blomming.com/Likepicasso: è un luogo dedicato a “chi fa cose”: artisti, artigiani, designer, stilisti o semplici appassionati. Per i dettagli di tutta la storia potete vedere il post di Alberto di stamattina.

Quest’anno io e Monica ci siamo anche sposati. Il 17 maggio la festa formale e il venerdì successivo la festa informale. :) Siamo stati molto felici di farlo e le feste sono riuscite bene (alla Canonica, of course), a parte il terribile acquazzone comprensivo di grandine, per fortuna durato solo 10-15 minuti.

Io, Valerio e Monica, con l’essenziale aiuto del nostro chef Michele, abbiamo chiuso il primo vero anno della locanda, inaugurata ad agosto 2008. Non abbiamo uno storico per renderci conto di quanto la crisi abbia influito o meno nel bilancio ma tutto sommato siamo contenti: siamo cresciuti rispetto al 2008 e abbiamo raggiunto il (modesto e conservativo) budget prefissato. Tante idee e novità per il 2010!

Nel 2007 avevo iniziato il corso AIS per diventare Sommelier, un puro hobby tornato utile alla locanda. Quest’anno, avendo fiutato gli impegni, ho rischiato di non concludere il terzo – ed ultimo – corso ma alla fine ho deciso di proseguire. Ora però mi aspettano gli esami, il 18 gennaio ed 1 febbraio…ancora non so come fare per incastrare tutto e riuscire a diventare Sommelier ma ci proverò! ;)

Quasi dimenticavo: abbiamo venduto la nostra (meravigliosa) casa di Bologna per comprarne una a Montalbano di Zocca, facendo però un mezzo trasloco visto che la nuova casa sarà pronta a marzo del prossimo anno. La scelta è nata ovviamente dall’esigenza di essere vicini alla locanda ma siamo molto felici di vivere in questo borgo antico immerso nella natura.

Sono successe tante altre cose, progetti iniziati, altri finiti e varie vicissitudini ma credo di essermi dilungato anche troppo…

Per il 2010 i miei obiettivi sono:

Professionali

  • Continuare lo startup di Blomming, che occuperà gran parte delle mie risorse e sinceramente ho molte speranze in una crescita veloce ma ora sono in “doing mode“, l’importante è fare. :)
  • Continuare a dare supporto alla Canonica per le attività di mia competenza…scelta vino, degustazione cibo, online marketing, sito web, servizio ai tavoli nei fine settimana (soprattutto estivi), contribuendo alla gestione per gli obiettivi di crescita previsti.
  • Continuare le attività di consulenza in ambito web/e-commerce/online marketing, in primis a Yoox, cercando di bilanciare adeguatamente l’impegno su Blomming in base a quanto accadrà nel corso dell’anno…
  • Imparare tante cose nuove su tutto: come fare impresa, marketing, tecnologia, etc.

Personali

  • Fare più sport: vivo immerso nella natura, è scandaloso non prendersi mai qualche oretta per un po’ di sport all’aria aperta. Penso principalmente a trekking, mountain bike e tennis.
  • Diventare Sommelier
  • Imparare ad incastrare gli impegni in modo più metodico recuperando qualche ora di sonno, ogni tanto… :)
  • Vorrei dire “avere più tempo libero” ma so già dove andrebbe a finire…
  • Fare più viaggi: a me piace molto viaggiare e gli ultimi due anni sono stati sacrificati in questo senso per vari motivi. Spero di vedere qualche nuovo interessante posto nel 2010!

Ora devo scappare, magari nei prossimi giorni aggiungerò qualcosa che mi verrà in mente.

Intanto vi auguro un sereno Natale ed un magnifico 2010 pieno di imprevisti positivi e di sogni realizzati! :)

Reblog this post [with Zemanta]

UXConference: le mie riflessioni

Come si intuisce dal titolo, questo post non vuole essere né una recensione, né un riassunto della conferenza ma alcune semplici riflessioni del sottoscritto che è stato spettatore durante questa interessante giornata a Lugano.

La conferenza verteva su quattro macro-temi principali (Strategie e Innovazione, Design agile, Mobilità, Giocabilità) intorno ai quali le presentazioni non hanno seguito un rigido e circoscritto percorso ma sono state realizzate sulla base della fantasia e delle competenze dei singoli relatori, pur restando all’interno dello schema di interesse prefissato.

Si è parlato molto di mobilità, sin dall’apertura della conferenza di Massimo Pettiti sulle tecnologie mobile, la storia e la crescita di questo settore in Italia ed alcune previsioni sul futuro, fino a quanto queste potranno cambiare sempre più il modo di integrare la tecnologia con la nostra vita; su questi ultimi temi si è spinto abbastanza avanti con vari esempi interessanti Fabio Sergio di Frog Design.

Alessandro Galetto di H3G ha parlato della storia dei servizi mobile dal 2000 fino ad oggi, dell’evoluzione dei servizi che le compagnie telefoniche potrebbero realizzare e di integrazione sulle piattaforme mobile degli status dei vari social network in modo da non dover rimbalzare da un sito all’altro o da un’applicazione all’altra per rispondere ai commenti degli amici (io credo molto in questo e ci penso da un po’).

Non sono mancate le presentazioni in stile “accademico” ma comunque di sicuro interesse applicativo come quelle di Stefano Bussolon (“UX e motivazioni.”), Monica Landoni & Marco Pasch (“DEDUCE: Design of new tools to espress emotions during User Centered Evaluation.”) ed Elisa Rubegni (“Design for fountains: progettare modalità di interazione in luoghi pubblici”).

Molto simpatica la presentazione di Francesco Cirillo – meglio conosciuto come creatore della Tecnica del Pomodoro, adottata tra l’altro durante ogni presentazione della conferenza – dal titolo provocatorio “Design emergente: più cambiamenti, più profitti.” dove ha cercato di convincere il pubblico (nel mio caso non ce n’era bisogno :)) sulla bontà delle varie tecniche Agile sia per lo sviluppo del software che per la gestione dei progetti in modo da arrivare a sistemi software più manutenibili e meno complessi al crescere di cambiamenti e funzionalità. Troppo lungo da spiegare qui ma se vi interessa possiamo approfondire in separata sede!

Infine Leandro Agrò, nel presentare in modo accattivante il concetto di Internet Of Things, portato avanti dalla sua azienda WideTag, ha fornito una dimostrazione di iCrocco: un divertente esempio di social hardware…e a questo punto non ci si può esimere dal nominare Arduino, azienda italiana che sviluppa uno dei più famosi sistemi di hardware open source che sta trovando innumerevoli applicazioni.

Quando sento parlare di argomenti che mi interessano e soprattutto degli aspetti innovativi e previsioni future, non posso fare a meno di farmi venire in mente delle idee su qualcosa da realizzare e ovviamente non potevano mancare anche in questo caso!
Credo molto nell’Internet Of Things e nel fatto che ci sarà qualcosa da dire in merito nel futuro prossimo. Penso anche che le applicazioni mobile siano solo agli inizi (e grazie all’iPhone, che è stato un apripista non da poco), ma anche in questo settore c’è ancora molto da sviluppare e le varie piattaforme (iPhone, Android, Symbian, Windows Mobile, etc.) attualmente sono troppo distanti tra loro mentre la direzione giusta è quella dell’integrazione (così come tempo fa lo fu il web VS le applicazioni client/server). Anche riguardo ai social media FriendFeed è un buon servizio di integrazione dei vari feed personali ed ottimo sistema per creare conversazioni ma se le piattaforme continueranno ad aumentare diventerà sempre più complesso gestirle per gli utenti…
Insomma ci sarà sicuramente da divertirsi…e questo è buono! :)

Reblog this post [with Zemanta]